Ecco il gran giorno

Ecco il gran giorno

Maggio 13, 2020 Off Di Parrocchia SS. Anna e Gioacchino
Ecco il gran giorno di Dio,
splendente di santa luce:
nasce nel sangue di Cristo
l’aurora di un mondo nuovo.  

Torna alla casa il prodigo, 
splende la luce al cieco;
il buon ladrone graziato
dissolve l’antica paura. 

Gli angeli guardano attoniti
il supplizio della croce,
da cui l’innocente e il reo
salgono uniti al trionfo.
O mistero insondabile
dell’umana redenzione:
morendo sopra il patibolo
Cristo sconfigge la morte. 

Giorno di grandi prodigi!
La colpa cerca il perdono,
l’amore vince il timore,
la morte dona la vita. 

Cari amici, in questo periodo di angoscia, l’Inno dell’Ufficio delle Letture, nella Liturgia delle Ore, mi sembra un canto di lode talmente bello, che forse meditandolo, ci può dare una mano ad innalzare il nostro spirito. Qui si cantano, infatti, le meraviglie che Dio ha compiuto nella Storia della nostra Salvezza. “Torna alla casa il prodigo, splende la luce al cieco….. il buon ladrone graziato dissolve l’antica paura”. Dio Padre ci invita al banchetto del suo amore. Al ritorno a casa. Alla pace del cuore che solo Lui può donare, attraverso la Sua misericordia. 

“Gli Angeli guardano attoniti…”. È bellissimo immaginare il volto di questi esseri spirituali nello sbalordimento totale. Come a dire: ma che sta succedendo? Questa è una rivoluzione in piena regola. Qui si stravolge tutto, ogni logica. “L’innocente e il reo salgono uniti al trionfo”. Oh quale profonda ricchezza di amore si contempla in questa frase. 

“Giorno di grandi prodigi!”. Di quali prodigi si tratta? “La colpa cerca il perdono, l’amore vince il timore, la morte dona la vita”. Sono parole che si commentano da sole, e dicono a noi ciò che Dio è:

si fa perdono per chi è nella colpa;

si fa amore che vince la nostra paura;

si fa morte che nella potenza della resurrezione

si trasforma in vita.

Sarà per questo che S. Francesco d’Assisi chiamava la morte sorella?

O Signore, dona anche a noi lo stupore degli Angeli di fronte al compiersi del grande mistero del Tuo amore per noi. 

don Vittorio